I 10 templi più antichi del mondo

Ricorre ogni 29 settimane fino a Mar Dic 31 2019 .
Mar, 15/11/2016
Mar, 06/06/2017
Mar, 26/12/2017
Mar, 17/07/2018
Mar, 05/02/2019
Mar, 27/08/2019

Il tempio è da sempre considerato come un luogo dedicato alle attività spirituali o religiose. Le divinità so sono alternate nel corso dei secoli ma la propensione dell'uomo al culto del divino si è mantenuta intatta e le esigenze spirituali spingono gli uomini a costruirne di nuovi anche al giorno d'oggi come ad esempio il recente il Akshardham Temple a New Dheli o il White Temple ancora in fase di ultimazione che possiamo ammirare in Thailandia dedicato al culto buddista e induista. Iniziamo il nostro viaggio spostandoci nel bacino del mediterraneo:

Il Palazzo di Cnosso: Situato a circa 5 km a sud di Eraclion, il palazzo di Minosse è il complesso monumentale più famoso di Creta. La costruzione venne realizzata tra il 1700 e il 1400 a.c. subendo numerose ristrutturazioni e ricostruzioni fino a quando un incendio non lo distrusse completamente. Il complesso si sviluppa attorno ad una piazza di forma quadrata e comprende numerosi locali adibiti a spazi abitativi, negozi luoghi di lavoro ecc..Incerta è la destinazione d'uso come si direbbe oggi del palazzo ma si suppone che abbia ricoperto funzioni a metà tra il civile e religioso con funzioni amministrative ma anche di culto. Cnosso è famosa soprattutto per il mito del Minotauro la cui leggenda è ambientata in questi luoghi.

Göbekli Tepe: Indicato spesso come il tempio più antico o primo tempio il Göbekli Tepe è un santuario costruito su una collina situata nel sud est della Turchia.Le case e i templi di questo sito archeologico hanno forma rotonda e le pareti sono state realizzate a secco cioè senza malta e raggiungono anche i tre metri di altezza. Il sito è antichissimo, risale infatti al 10.000 a.c. ed è stato costruito da popolazioni primitive di cacciatori raccoglitori in una epoca antecedente la scoperta della ruota e della scrittura ma anche precedente alla introduzione della agricoltura e dell'allevamento del bestiame.


Tempio di Amada: il tempio di Amada è il più antico tempio di Nubia (una regione nel sud dell'Egitto) costruito dal faraone egizio Thutmose III nel XV secolo a.c. Il tempio era dedicato a Amun e Re-Horakhty. Le modifiche e le decorazioni che ci sono state tramandate sono state effettuate dai faraoni in epoche successive. Come era in uso fare a quei tempi, quando un faraone andava al potere a volte cancellava il nome del suo predecessore a cui il tempio era dedicato e questo avvenne anche qui ad opera di Seti. Piuttosto malridotto all'esterno, il complesso archeologico conserva tuttavia molto del suo antico splendore cromatico al suo interno.

Templi di Ggantija: Eretto su una collina presso l'isola di Gozo, si trova il complesso del tempio preistorico Ggantija Stone Age. Costruito tra il 3.600 e il 3.000 a.c., i templi di Ggantija sono i primi di una serie di templi megalitici di Malta, più antico di circa 1000 anni perfino delle piramidi dell'Egitto e del tempio megalitico di Stonehenge in Gran Bretagna. Questo monumento megalitico è costituito in realtà da due templi, che si ergono fianco a fianco e racchiuso all'interno di un muro di cinta. Le numerose figurine e statue indicano che i templi erano forse il sito di un culto della fertilità.

Hagar Qim and Mnajdra: Il complesso megalitico di Hagar Qim è situato in cima a una scogliera sul lato meridionale dell'isola di Malta mentre i templi di Mnajdra si trovano circa 600 metri più in basso. Hagar Qim è costituito da un tempio principale e tre altre strutture megalitiche al lato di esso. Il più grande megalite a Hagar Qim è alto circa 7 metri e pesa circa 20 tonnellate. Mnajdra è costituito da tre templi attaccati ma non collegati fra loro. I più antichi sono stati costruiti tra il 3600 e 3200 a.c.. I reperti recuperati dall'interno dei templi ci dicono che questi vecchi templi erano utilizzati per scopi religiosi. Queste strutture non sono state utilizzate come tombe poiché non sono stati mai trovati resti umani.

Tempio di Seti IEdificato sulla riva occidentale del Nilo in Abydos, il tempio di Seti I è il tempio mortuario del faraone Seti I. L'edificio è stato costruito verso la fine del Regno di Seti ed stato probabilmente completato da suo figlio Ramesse dopo la sua morte avvenuta nel 1279 a.c. Il tempio non era dedicato solo a Seti I ma anche ad altre divinità. I rilievi ritrovati in questo complesso archeologico sono alcune dei più belli e più dettagliati di tutto l'Egitto. Il tempio contiene anche la lista dei re di Abydos ed è un importantissimo un elenco cronologico dei molti faraoni dinastici dell'Egitto da Menes, , fino a Ramesse I, padre di Seti.

L'ipogeo di Malta: L'ipogeo di Malta è l'unico esempio tempio preistorico sotterraneo al mondo. Il tempio è costituito da sale, camere e passaggi scavate nella roccia. Pensato per essere originalmente un santuario, divenne una necropoli in epoca preistorica. Il complesso è raggruppato in tre livelli il piano superiore (3600-3300 a.c.), il livello medio (3300-3000 a.c.) e il livello inferiore (3150-2500 d.c). La stanza più profonda nel livello inferiore si trova 10 metri sottoterra. Solo un numero limitato di visitatori possono entrare e l'attesa per ottenere un biglietto può arrivare a 3 settimane.

Tempio di Hatshepsut: Il tempio mortuario di Hatshepsut, che governò l'Egitto dal 1479 a.c. fino alla sua morte nel 1458 a.c., si trova sotto le scogliere a Deir el Bahari sulla riva occidentale del Nilo. È una struttura colonnata, progettata e implementata dall' architetto reale Senemut, , il cui scopo era di diventare un luogo per culto postumo di Hatshepsut e per onorare la gloria di Amon. Il tempio è costruito in una parete di roccia che si eleva nettamente di sopra di esso e si compone di tre terrazze a più livelli che raggiungono l'altezza massima 30 metri. Queste terrazze sono collegate da lunghe rampe che una volta erano circondate da giardini.

Il tempio di Luxor: Il tempio di Luxor è situato sulla riva orientale del fiume Nilo nell'antica città di Tebe e fu fondato nel 1400 a.c. durante il nuovo Regno. Il tempio era dedicato alle tre divinità egizie Amon, Mut e Chons. Questo vecchio tempio era il centro della festa di Opet, la festa più importante di Tebe. Durante i festeggiamenti annuali le statue degli tre dèi venivano scortate dalla popolazione da Karnak fino a Luxor, lungo il viale delle sfingi che collega i 2 templi. La festa durava 11 giorni durante la XVIII dinastia ma arrivò a 27 giorni di Regno di Ramesse III della XX dinastia. Attualmente Luxor non è più un luogo di culto ma una importante meta turistica.

Stonehenge: Situato nel sud ovest dell'Inghilterra, uno dei siti più famosi del mondo, Stonehenge, è composto da terrapieni che circondano un ambiente circolare di grandi menhir. Stonehenge è stato costruito da una cultura che ha non lasciato alcuna documentazione scritta così che tanti aspetti di Stonehenge rimangono oggetto di dibattito. Evidenze archeologiche indicano che il monumento in pietra fu eretto intorno al 2500 a.c., mentre l'ultima costruzione conosciuta a Stonehenge risale al 1600 a.c.
Le gigantesche pietre potrebbero provenire da una cava situata a circa 40 chilometri a nord di Stonehenge sul Marlborough Downs. Non si sa con sicurezza a quale scopo Stonehenge sia servito, ma molti studiosi ritengono che il monumento è stato usato come un centro di cerimonie o religioso. Oggi il luogo è meta molto conosciuta e raggiungibile da diverse città inglesi.  

.
Fabio D'Andrea