John Belushi

Ricorre ogni anno fino a Gio Dic 31 2020 .
Dom, 05/03/2017
Lun, 05/03/2018
Mar, 05/03/2019
Gio, 05/03/2020

John Adam Belushi (Chicago, 24 gennaio 1949 – Hollywood, 5 marzo 1982) è stato un attore, cantante e comico statunitense, fratello maggiore dell' attore Jim Belushi.
John, statunitense, era di origine albanese, di cognome originariamente faceva Bellios, ma viene cambiato in Belushi col trasferimento del padre negli Stati Uniti.
John aveva una sorella, Marian, più grande di 12 anni e due fratelli più piccoli: Jim e Billy.
Nel 1955, quando John aveva 6 anni, la famiglia si trasferisce a Wheaton, dove il padre Adam aprì i due ristoranti.
Nel 1963 entrò nella prestigiosa Wheaton Central High School, dove la sua vita ebbe un decisivo sviluppo. Durante la sua formazione coltivò tre passioni: il football, la batteria e il teatro. Nel football era bravo, infatti, divenne il capitano della sua squadra. John anche, aveva talento per il canto e la musica, era un fan di Elvis Presley e Rolling Stones. Amava fare ridere e questo lo porta a essere un protagonista nelle commedie della sua scuola. Il padre lo voleva vedere impegnato negli affari di famiglia, ma secondo il suo professore, Dan Payne e il suo preside, le sue capacità erano eccezionali e lo convinsero a partecipare a un provino, così fu accompagnato a un provino, dove John fu scelto immediatamente. Payne dichiarò, in seguito, in TV che già a scuola si percepiva che era un talento straordinario, riusciva a intrattenere tutti improvvisando.
Nel 1964, a 15 anni conobbe Judy Jacklin, quella che più tardi diventa sua moglie.
Nel 1967 John si diplomò e cominciò a dedicarsi più seriamente al teatro. Successivamente arrivarono due borse di studio, una per il football e una per il teatro, dove però non poté partecipare ai normali corsi per i suoi voti troppo bassi.
A breve divenne un attore professionista: conobbe tutte le sfumature della commedia, imparò l'arte della satira e della parodia e qui si vede confermare in John il piacere che aveva sin da piccolo, far ridere e divertire le persone. Negli spettacoli John aveva un ruolo di protagonista, riusciva a distinguersi per la sua forte personalità e ogni volta il suo successo era enorme. Da ragazzo cominciò, in casa, a fare l'imitazione di suo padre Adam e del suo zio, e da lì continuò per lavoro con l’imitazione dei tutti i suoi più famosi personaggi (come Joe Cocker, Amleto e il sindaco di Chicago Richard Daley).
Nella vita privata la sua futura moglie lo appoggiava pienamente, così come la sua famiglia. Iniziava a essere popolare e riesce a trascinare al mondo di teatro anche il fratello Jim.
John dimostro molta abilità nell'improvvisazione, cosa che rendeva il suo spettacolo molto più vivace. Amava improvvisare e per questo piacevo molto. La produttrice dello show, Joyce Sloan, in un’intervista, afferma che tutte le regole venivano infrante da John, e il pubblico gradiva la differenza, lo adoravano.
Nell'estate del 1968, partecipò a dimostrazioni studentesche contro la guerra del Vitnam, dove rimane colpito da gas lacrimogeni e ripreso anche in tv.
Nel 1975, dopo 11 anni di fidanzamento sposò Judy Roberts, ma il matrimonio andò in crisi per la sua dipendenza dalla cocaina.
Nel 1972, Tony Hendra, editore di New York National Lampoon gli offrì di dirigere National Lampoon's Lemmings. Una parodia del Festival di Woodstock (1969), che invece dello slogan "tre giorni di pace e musica" aveva "tre giorni di musica, pace e morte".
John e Judy non ebbero dubbi e nei primi mesi del 1973 la coppia si era già trasferita a New York. Questa evoluzione portò nella vita di John un notevole successo professionale, ritorno economico e popolarità. Ma purtroppo iniziò anche il declino di John, infatti, fu in questo periodo che John comincia a fare uso di sostanze stupefacenti, più precisamente cocaina. Una realtà dalla quale non riuscirà più a liberarsi.
Dal 1973 al 1975 a John fu offerto di partecipare ad un programma comico radiofonico: National Lampoon's Radio Hour.
Nel 1975 John lascia la National Lampoon e si trasferisce a Los Angeles per dedicarsi ad Saturday Night Live, uno show innovativo. In quei anni John Belushi conosce Dan Aykroyd, i due diventano amici e lavorano insieme fino alla fine.
Nel 1975, la coppia sarà protagonista del Saturday Night Live, che portò i due comici al successo. Aveva un portafoglio di quasi 60 personaggi, come Joe Cocker, John Lennon, il politico americano Henry Kissinger, grandi personaggi storici come Mussolini, Hitler, Beethoven e Gandhi. Con Dan Aykroyd organizzava saghe, tra qui la famosa parodia del film "La febbre del sabato sera" (Saturday Night Fever), intitolata "Samurai Night Fever", in cui Belushi era il John Travolta in versione "Samurai". Le tre imitazioni che segnarono la popolarità, carriera e il successo di John sono "Il Samurai Futaba" e "Joliet Jake Blues" e Joe Cocker.
Nel 1978, insieme a Dan Aykroyd fonda Blues Brothers Band dietro il personaggio di Joliet Jake Blues, il fratello è interpretato da Dan Aykroyd. Tutto cominciò quando Dan Aykroyd con John e Judy andarono ad un concerto blues nell'Oregon. John ne rimase entusiasta e da quel momento si appassionò al blues.
Dopo una ricerca, ascoltando i vecchi dischi di blues, crearono i personaggi vestiti di nero, camicia bianca, occhiali e il cappello nero e comparvero in TV. Fu mandato in onda questo sketch intitolato semplicemente "Rock Concert" dove si videro per la prima volta i Blues Brothers, e fu un grande successo.
I suoi film più famosi furono Animal House e The Blues Brothers. Il primo fu Animal House, un film fatto in economia, diretto da John Landis, girato in 4 settimane alla fine del 1977 per rimettere in piedi la situazione economica della National Lampoon. Animal House, oltre, ad essere stato un trampolino di lancio per attori esordienti come Bruce McGill, Tom Hulce, Stephen Furst, fu anche il primo film girato nell’ambito scolastico, un filone che diede vita a dei film, successivi, come Porky's, rivincita dei nerds, American Pie.
In Animal House il ruolo di John è fondamentale, interpreta, John Blutarsky (detto "Bluto"), il combina guai che è capo delle matricole del gruppo Delta. Il successo fu enorme e dichiara la moglie che il successo lo faceva essere felice e turbato allo stesso tempo. Infatti, si vede costretto per sfuggire dalla stessa sua popolarità a rifugiarsi con Judy in una villa su un'isola in Massachusetts.
La pellicola vede, inoltre, la prima collaborazione tra il regista John Landis e l'attore John Belushi, che vede continuare nel 1980, dando vita insieme a Dan Aykroyd al mito dei Blues Brothers.
Nel 2000 l'American Film Institute l'ha inserito al 36° posto nella lista delle migliori cento commedie americane di tutti i tempi.
Nel 1980, all’apice del successo viene riconosciuto come stella di Hollywood e definito "genio della commedia". Nello stesso anno gira, insieme a Dan Aykroyd, The Blues Brothers, diretto da John Landis. Dan interpretava Elwood Blues mentre John interpretava Jake Blues. In breve tempo la pellicola divenne famosa in tutto il mondo, riconoscibili nelle loro tenute nere e occhiali da sole. Grazie a “ The Blues Brothers” John Belushi raggiunse la sua massima fama. Il film tratta di due fratelli devono guadagnare 5.000, dollari onestamente perche venga accettata da suor Mary, per salvare l'orfanotrofio della loro infanzia dal ministero dell'istruzione.
Il successo del film viene garantito, anche, dalla presenza di cantanti come Ray Charles come un commerciante di strumenti, James Brown nelle vesti di un prete e Aretha Franklin come una cameriera ad un Fast Food. John lo definisce in un'intervista "un buon film, film di Chicago, film musicale e senza droga né sesso". Dopo questo trionfo John iniziò un lunghissimo progetto di nuove commedie scritte in gran parte da Dan Aykroyd. Ne erano già in programma più di 5, ma riuscirà a farne solo due prima di morire prematuramente.
Personalmente ho sempre avuto una grossa simpatia per John Belushi, e non voglio entrare nel merito della causa della sua morte, mi limite a dire che tra 4 e 5 marzo 1982 morì un’artista che era una forza della natura sotto i riflettori.
Il 10 Marzo 1982, come da promessa a John, l’amico Dan Aykroyd suonò al suo funerale la canzone The 2000 Pound Bee. Dan ebbe una depressione dopo la morte di John, cosa che rallentò tutti suoi impegni cinematografici.
John riposa oggi all'Abel's Hill Cemetery a Martha's Vineyard, Massachusetts. 
.
.
..Arman Golapyan