MACAULAY CARSON CULKIN

Sab, 26/08/2017

Macaulay Carson Culkin (New York, 26 agosto 1980) è un attore statunitense diventato famosissimo nel 1990, a soli dieci anni, con il film "Mamma, ho perso l'aereo". Macaulay rappresenta il classico esempio dell'enfant-prodige che, una volta cresciuto, non è riuscito a soddisfare le aspettative del suo pubblico.
Per una serie di film sbagliati come 
"Richie Rich - il più ricco del mondo" con Claudia Schiffer, hanno contribuito ulteriormente ad escluderlo dal giro di quelli che contano.
Una discesa impressionante, se si pensa che il suo cachet, a partire dai primissimi mesi della sua fama, era arrivato a livelli altissimi, degno di un autentico divo. Era strapagato, circondato da mille attenzioni e spesso sulle copertine di mezzo mondo, lui troppo giovane e la sua famiglia, non solo, non ha saputo gestire tutto quel ben di Dio, ma a
ccecati dai suoi soldi, si sono rivelati dei veri avvoltoi. Da aggiungersi alla famiglia cè anche la baby-moglie, pronta a spolverargli il portafogli. Si era sposato a sedici anni e ha divorziato l'anno dopo. 
Nel 1991, Macaulay appare nel videoclip di Michael Jackson, Black or White. Tra lui e il Re del Pop era sorta infatti un'amicizia dopo l'uscita di "Mamma, ho perso l'aereo", basata, come racconta Macaulay, su ciò che entrambi avevano in comune: l'infanzia rubata e il rifiuto di crescere. 

A proposito dell'amicizia, nei primi anni del 2000, Michael Jackson ha confessato in un'ormai celebre intervista alla televisione britannica di averlo ospitato nel suo letto solo per dormire in un tripudio di abbracci e coccole.
Nel 1995, il suo patrimonio era ancora considerevole, ammontava a cinquanta milioni di dollari. Poi i due genitori, una volta divorziati, sulla custodia di questo tenero ragazzino, scatenarono una guerra reciproca per la gestione di quel danaro che naturalmente venne bruciato in men che non si dica dallo stesso Macaulay, il quale intanto si dava a spese folli e sconsiderate.
Il giovane attore ha poi fatto causa ai genitori.
Dopo il flop dei suoi ultimi film che lo hanno relegato nel girone infernale dei "furono famosi", il cinema americano tenta di rilanciarlo con il poco fortunato "Party Monster" di Fenton Bailey e Randy Barbato. Terapia rianimativa che ha sortito ben scarsi effetti.
Nel 2004, i media son tornati a parlare di lui, ma solo perché è stato arrestato per possesso di marijuana, e farmaci per i quali era obbligatoria la prescrizione. Durante il processo contro Michael Jackson, Culkin avrebbe confermato di aver dormito nel letto del celebre cantante in molte occasioni, ma che mai questi l'ha sessualmente molestato o toccato in modo improprio; secondo Culkin ogni accusa nei confronti di Jackson è stata "assolutamente ridicola". 
Nel 2009, Macaulay era presente ai funerali in onore di Michael Jackson.
.
Adele Bascironi

.