WHITNEY HOUSTON, "THE VOICE"

Mer, 09/08/2017


Nel 2008, dal Guinness dei primati è stata dichiarata l'artista più premiata e popolare al mondo.

"Nessuno mi fa fare qualcosa che non voglio fare. È una mia decisione. Quindi il mio più grande diavolo sono io. Sono il mio miglior amico o il mio peggior nemico". (Whitney Houston)
Whitney Elizabeth Houston, nota come Whitney Houston (Newark, 9 agosto 1963 - Beverly Hills, 11 febbraio 2012), è stata una cantante e attrice statunitense 
universalmente riconosciuta come una delle più popolari cantanti di talento di tutti i tempi. Come il mitico Frank Sinatra è stata soprannominata "The Voice" per le caratteristiche uniche della sua voce. La sua voce è considerata da molti artisti e critici la più grande voce femminile della storia della musica.
Dal 1980 al 1990, ha dominato il mondo della musica vendendo più di 55 milioni di dischi. Le vendite complessive dei suoi album, singoli e video superano 170 milioni di copie.
Nel 1992, viene consacrata anche come attrice per la sua partecipazione al fianco di Kevin Costner nel film "Bodyguard". Tra i suoi più grandi successi musicali è doveroso ricordare il suo brano d'esordio "I wanna dance with somebody", per poi continuare con grandi successi come "I will always love you", "How will I know", "Saving all my love for you" e "One Moment in Time", inno delle Olimpiadi di Seoul 1988.
Forse, anche, a causa di questo successo planetario aggiunto poi ai suoi problemi familiari che fu vittima, nonostante la nascita nel 1993 della figlia Bobbi Kristina Houston Brown, della depressione per poi cadere nel tunnel della tossicodipendenza.
I suoi problemi con il marito Bobby Brown, accusato anche di maltrattamenti , durati molto a lungo, l'hanno portata poi a divorziare nel 2006. 
.
L'11 febbraio 2012, a 48 anni,
 Whitney Houston viene trovata annegata nella vasca da bagno di una suit di Beverly Hilton di Beverly Hills, a Los Angeles, dove si trovava per partecipare al party dei Grammy Awards. Si era convertita all'Islam solo pochi giorni prima.

Alessia Marcon