GLI AFORISMI DI OSCAR WILDE

Ricorre ogni 7 mesi fino a Gio Dic 31 2020 .
Sab, 18/02/2017
Lun, 18/09/2017
Mer, 18/04/2018
Dom, 18/11/2018
Mar, 18/06/2019
Sab, 18/01/2020
Mar, 18/08/2020

Oscar Fingal O'Flahertie Wills Wilde, più noto come Oscar Wilde (Dublino, 16 ottobre 1854 - Parigi, 30 novembre 1900), poeta, aforista, scrittore, drammaturgo, giornalista e saggista irlandese, autore dalla scrittura apparentemente semplice e spontanea, voleva risvegliare l'attenzione dei suoi lettori portandoli alla riflessione. Oscar Wilde é noto soprattutto per l'uso frequente di aforismi e paradossi, per i quali è tuttora spesso citato.
Fu nel centro delle cronache del tempo per il processo e la condanna a due anni di prigione per avere violato le legge morali in materia sessuale della sua stessa classe sociale.
Molti i libri scritti sulle sue vicende e sulle sue opere, come i suoi testi teatrali, sono considerati dai critici dei capolavori del teatro dell'800.

.
.

Alcuni  dei suoi aforismi:
.
• A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio!
• Adoro i partiti politici: sono gli unici luoghi rimasti dove la gente non parla di politica.
• Bisogna sempre giocare lealmente, quando si hanno in mano le carte vincenti.
• C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sè: il non far parlare di sè.
• C’è sempre qualcosa di ridicolo nei sentimenti di chi non si ama più.
• Chi non ha mai amato non ha mai vissuto!
• Chi, sentendosi amato, è povero? Nessuno.
• Datemi una maschera e vi dirò la verità.
• Le cose vere della vita non si studiano né si imparano, ma si incontrano.
• Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.
• L'esperienza è il tipo di insegnante più difficile. Prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione.
• La cosa più difficile di questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.