IN PREGHIERA A BOROBUDUR

Gio, 23/02/2017
Il 54° giorno di "Il Giro del mondo in 80 giorni" ci porta a Borobudur,  situato accanto alla foresta sull'isola indonesiana di JAVA, l'isola più popolosa dell'Indonesia. E' un patrimonio mondiale dell'UNESCO, è il più grande monumento buddhista del mondo, ed il monumento più visitato di tutta l'Indonesia. Un immenso complesso venerato dai buddisti di tutto il mondo. La sua importanza storica volumetrica è paragonabile ai Piramidi di Giza. In totale, questo enorme monumento contiene più di 2.000.000 blocchi di pietra. 

La costruzione cominciò tra il 750 e l'830 e venne commissionata dalla dinastia regnante in quel momento, i Sailendra, all'apice del loro splendore e potere.
L'architetto che la progettò fu Gunadharma, il quale venne assistito da alcuni monaci particolarmente saggi in ogni genere di disciplina provenienti da tutte le parti del mondo. Il monumento, costruito con manodopera di 10.000 persone per più di settant’anni, gode l’influenze indiana, persiana e anche babilonese.
Per secoli, Borobodur era nascosto sotto strati di cenere vulcanica, ed è stato riscoperto nel 1814 da Sir Thomas Stamford Raffles.
Alcuni studiosi pensano che questo monumento di massa è un libro di testo gigantesco del buddhismo per aiutare le persone a raggiungere l'illuminazione. Per leggere questo libro di testo buddista in pietra richiede una passeggiata di più di due miglia. Le pareti delle gallerie sono ornate da rilievi imponenti che illustrano la vita del Buddha Shakyamuni e dei principi del suo insegnamento.
Rappresentando l'esistenza dell'universo, Borobudur rispecchia perfettamente la cosmologia buddhista, che divide l'universo in tre livelli separati mescolati. I tre livelli sono Kamadhatu (mondo del desiderio), Ruphadatu (mondo delle forme), e Arupadhatu (mondo del senza-forma).
La base nascosta di Borobudur in origine era il primo livello, che contiene la galleria di livello Kamadhatu. Si pensa che durante la costruzione Borobudur sperimentato un approdo che minacciava l'intero edificio. Per evitare che l'intero monumento di collassare, il livello Kamadhatu è stato chiuso e trasformato in una nuova base che contiene Borobudur costante.
Questo livello di Kamadhatu immagini del mondo di passione e le leggi inevitabili del karma. I primi 117 pannelli mostrano varie azioni che conducono a uno e lo stesso risultato, mentre gli altri restanti 43 pannelli dimostrano i tanti risultati che seguono un solo effetto. Almeno 160 pannelli di soccorso sono stati scolpiti intorno a questo livello, in base al manoscritto di Karmavibhangga. Cosa è rimasto di questi possono essere visti in un angolo sud-est di questo livello.
I rilievi della Rupadhatu livello di visualizzare le storie in base ai manoscritti di Lalitavistara, Jataka-Avadana e Gandavyùha. I rilievi Lalitavistara, costituito da 120 pannelli, ci raccontano la vita di Siddharta Gautama Buddha.
Questa storia si conclude con il sermone del Buddha nel Parco dei cervi nei pressi di Benares.
Il Jataka è una raccolta di storie di Buddha precedenti reincarnazione, catene e virtù. Secondo il Jataka, Buddha è nato 504 volte prima di nascere come il principe Siddharta, assumendo le forme di dio, re, principi, uomini dotti, ladri, schiavi, e un giocatore d'azzardo. Molte volte è nato nelle forme di animali come leoni, cervi, scimmia, cigno, grande tartaruga, quaglia, cavalli, uccelli e molti altri. Ma il Boddhisatva si distingueva da tutti gli altri re, schiavi o animali tra i quali viveva. Il Boddhisatva è sempre superiore e più saggio di coloro che lo circondano.
Per quanto riguarda il rilievo del Avadana, la figura principale non è lo stesso Buddha. Tutti gli atti santi raffigurati in questa parte sono attribuiti ad altri personaggi leggendari. Le storie sono compilati in Dvijavadana (Glorious Atti celesti) e il Avadana Satak un (The Hundred Avadana). Le prime 20 immagini della serie inferiore di storie sulla prima galleria raffigurano la Sudhanakumaravana .
La serie di rilievi che coprono la parete della seconda galleria è dedicata a vagare instancabile Sudhana durante la sua ricerca della massima saggezza. La storia è proseguita sulle pareti e le balaustre delle gallerie terzo e quarto. La maggior parte dei 460 pannelli raffigurano le scene basato sul testo Mahayana Gandavyùha, mentre le scene conclusive sono derivati dal testo di Badracari.
Sulle ultime tre terrazze circolari più alti, 72 stupa cerchio il grande stupa principale che corona la parte superiore del tempio. La forma circolare rappresenta l'eternità senza inizio e senza fine, uno stato superlativo, tranquillo, e pura del mondo senza forma. Non ci sono rilievi sulle tre terrazze circolari.
Tutti, tranne i più grandi stupa centrale ai piani superiori contengono un (più o meno) a grandezza naturale della statua del Buddha in ginocchio , anche se molte di queste statue sono mancanti o danneggiati. Ci sono anche molte nicchie lungo i livelli inferiori che contengono statue simili, ma molti di questi sono mancanti o danneggiati pure.

Tarcisio Agliardi